2.2 La Candidatura

La candidatura del territorio del Delta del Po a Riserva della Biosfera MaB UNESCO come risultato di un processo di progettazione partecipata

Le Riserve di Biosfera MaB UNESCO sono aree di particolare valore ambientale in cui la valorizzazione degli ecosistemi e della loro biodiversità si coniuga a strategie di sviluppo sostenibile a beneficio delle comunità locali. 

L'alto valore ambientale del territorio del Delta del Po, considerata una delle più importanti aree deltizie d'Europa, ha portato gli Enti Parco a ragionare sulla possibilità di avviare un percorso di candidatura a Riserva della Biosfera, in sinergia con diversi attori territoriali.

Il riconoscimento di Riserva della Biosfera è infatti il risultato di un lungo processo di progettazione partecipata iniziato nel 2010 dal Parco Regionale Veneto del Delta Po a cui si sono uniti i territori ferraresi del Parco Regionale del Delta del Po dell’Emilia Romagna. I primi incontri si sono svolti tra il 2010 e il 2011 nel quadro del progetto NATREG, nato con l’obiettivo di esaminare e promuovere il patrimonio naturale ed ecologico delle aree protette e valutarne il potenziale in termini di strategie di marketing e sviluppo, col fine ultimo di accompagnare la crescita sostenibile dell'intera regione. 

Dopo un'iniziale fase di confronto con il territorio, realizzata dall'Ente Parco Regionale del Delta del Po nel 2011, nell'aprile del 2012 la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo ha approvato un accordo per la realizzazione di un progetto per l'elaborazione di una pianificazione strategica e condivisa con il territorio sull'ipotesi di candidare l'area del Delta del Po a Riserva della Biosfera.

Questa azione di livello sovra comunale, ha permesso di organizzare e rielaborare le informazioni territoriali in funzione dei parametri richiesti dalla domanda di candidatura a futura Riserva della Biosfera del Delta del Po. E' stato così avviato un percorso progettuale inclusivo che ha individuato le linee guida di sviluppo fin dalla definizione della domanda di candidatura e che, attualmente, lavora per dare concretezza al riconoscimento dell'UNESCO all'interno dell'area del Delta del Po.

In sintesi, il progetto intende valorizzare e mettere a sistema l'enorme capitale di conoscenze e progettualità già presenti nel territorio, per sostenere e facilitare un processo di sviluppo territoriale in grado di esaltarne e valorizzarne le numerose risorse e peculiarità ambientali. 

Con questi obiettivi si è aperta la fase dei tavoli tematici (Acqua, Paesaggio, Turismo, Biodiversità, Progetti comunitari) che coinvolgono i portatori di interesse attivi sul territorio e hanno l'obiettivo di aggiornare e approfondire il Piano di Azione per arrivare alla definizione delle linee guida necessarie per la redazione del piano di gestione della Riserva della Biosfera.

La candidatura del Delta del Po a Riserva della Biosfera è stata presentata ufficialmente nel settembre del 2013 e ne sono state presentate le integrazioni  nel settembre del 2014. Il riconoscimento è stato consegnato nella cerimonia tenutasi a Parigi nel giugno del 2015. 

E' attualmente in atto un nuovo processo partecipativo finalizzato alla presentazione della candidatura per l'ampliamento del riconoscimento di Riserva MaB UNESCO ad alcuni territori dei comuni di e Alfonsine, Argenta, Cervia e Ravenna, che fanno parte del Parco del Delta del Po Emilia-Romagna.


LINK

Scroll to top

Continuando ad usare il sito, accetti di abilitare i cookies più informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito Web sono impostate su "Consenti cookie" per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui a utilizzare questo sito Web senza modificare le impostazioni dei cookie o fai clic su "Accetto" di seguito, acconsenti a questo.

Close