1.2 Il programma MaB UNESCO

Il MaB UNESCO e le Riserve della Biosfera come strumenti operativi per promuovere uno sviluppo equilibrato fra uomo e ambiente 

Il Preambolo alla Costituzione dell'UNESCO dichiara che "Poiché le guerre hanno origine nello spirito degli uomini è nello spirito degli uomini che si debbono innalzare le difese della pace". La missione dell’UNESCO è quella di “contribuire alla costruzione della pace, all'eradicazione della povertà, allo sviluppo sostenibile e al dialogo interculturale attraverso l’educazione, la scienza, la cultura, la comunicazione e l’informazione."

Già negli anni ’50 del secolo scorso l’UNESCO ha sollevato il problema dell’inaridimento e della desertificazione del suolo. Negli anni ’70, in attuazione dei propri obiettivi statutari, l'UNESCO ha sviluppato numerosi programmi scientifici e accordi bilaterali e multilaterali per la salvaguardia e la promozione dei valori connessi ai servizi ecosistemici, alla biodiversità biologica e culturale, alle peculiarità geologiche e geomorfologiche del territorio, ai valori estetici e ai paesaggi naturali di tutto il mondo. 

Nel corso della 16° conferenza generale dell’UNESCO, svoltasi a Parigi nel 1971, fu avviato il programma Uomo e Biosfera: programma scientifico intergovernativo nato con lo scopo di promuovere su base scientifica un rapporto equilibrato fra uomo e ambiente, attraverso la tutela della biodiversità e le buone pratiche dello sviluppo sostenibile. Il programma ha come obiettivo primario l'uso e la condivisione razionale e sostenibile delle risorse della biosfera, con lo scopo di aumentare l'abilità delle persone verso una gestione efficiente delle risorse naturali per il benessere degli esseri umani e dell'ambiente. 

Oggi il programma MaB intende:

  • individuare e valutare i cambiamenti nella biosfera determinati dalle azioni umane e dagli eventi naturali e gli effetti degli stessi su uomo e l’ambiente, soprattutto nel contesto delle azioni di contrasto ai cambiamenti climatici;

  • studiare e comparare i rapporti dinamici tra gli ecosistemi naturali ed i processi socio-economici, soprattutto con riferimento alla progressiva perdita della diversità biologica e culturale ed alle serie minacce per gli ecosistemi e per la loro capacità di fornire servizi essenziali per il benessere umano;

  • promuovere lo scambio e la divulgazione di conoscenze sui problemi ambientali e sulle eventuali soluzioni, nonché la formazione ambientale nel settore della gestione e dello sviluppo sostenibile;

  • assicurare uno sviluppo eco-compatibile ed un ambiente vivibile in un contesto globale caratterizzato da processi di rapida urbanizzazione e di eccessivo consumo energetico considerati come fattori scatenanti dei cambiamenti climatici.

Il programma MaB ha portato al riconoscimento da parte dell'UNESCO delle Riserve della Biosfera: aree marine e/o terrestri che gli Stati membri si impegnano a gestire nell'ottica della conservazione  delle risorse e dello sviluppo sostenibile, nel pieno coinvolgimento delle comunità locali. Lo scopo della proclamazione delle Riserve non è una stretta tutela degli habitat naturali, ma piuttosto la dimostrazione dell'importanza di una relazione equilibrata fra la comunità umana e gli ecosistemi nei quali vive, attraverso la creazione di siti privilegiati per la ricerca, la formazione e l'educazione ambientale, oltre che poli di sperimentazione di politiche mirate allo sviluppo e alla pianificazione territoriale. 

Le principali funzioni di una Riserva della Biosfera sono:

  • Funzione di conservazione della diversità biologica, delle risorse genetiche, delle specie, degli ecosistemi e dei paesaggi e della diversità culturale;
  • Funzione di sviluppo, centrato principalmente sulle popolazioni locali, secondo modelli di gestione “sostenibile” del territorio;
  • Funzione di supporto ai progetti di dimostrazione, informazione, educazione ambientale, ricerca e monitoraggio collegati ai bisogni di conservazione e sviluppo sostenibile locale, nazionale e globale.

In estrema sintesi, le mission delle Riserve della Biosfera si possono riassumere con il motto: “Stimolare un futuro positivo collegando oggi natura e persone.”

Il network mondiale delle Riserve della Biosfera comprende attualmente 669 Riserve della Biosfera, incluse 20 Riserve transfrontaliere in 120 Paesi, di cui 15 in Italia.

Il Network mondiale delle Riserve

Per realizzare i propri obiettivi, l’UNESCO ha sviluppato negli anni numerosi  programmi e accordi.

Fra questi la Convenzione sulla protezione del patrimonio mondiale culturale e naturale, nata nel 1972 nel corso della 17° Conferenza Generale UNESCO, con cui furono poste le premesse per identificare, proteggere, conservare e trasmettere alle generazioni future il patrimonio culturale e naturale di eccezionale valore universale, attraverso l'istituzione di un elenco di siti - la nota Lista del Patrimonio Mondiale o World Heritage List. La Convenzione definisce anche i concetti di Patrimonio culturale e Patrimonio naturale, da non confondere con le Riserve identificate dal programma MaB UNESCO.  

ENTE PROTETTORETIPO DI PATRIMONIOSITO E ANNO DI INCLUSIONE
Siti UNESCO
Patrimonio dell'umanità
Patrimonio CulturaleVenezia e la sua Laguna
(1987)
Patrimonio CulturaleFerrara città del Rinascimento
e delta del Po con le delizie estensi
(1995-1999)
Patrimonio CulturaleMonumenti paleocristiani diRavenna (1996)
Patrimonio Culturale
(transfrontaliero)
Opere di difesa veneziane tra XVI e XVII secolo: Stato da Terra-Stato da Mar occidentale (2017)
Patrimonio Naturale
(transfrontaliero)
Foreste primordiali dei faggi dei Carpazi e di altre regioni d'Europa (2017)
MaB UNESCORiserva della BiosferaDelta del Po, 2015
Riserva della BiosferaAppennino Tosco-Emiliano, 2015

Link

Scroll to top

Continuando ad usare il sito, accetti di abilitare i cookies più informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito Web sono impostate su "Consenti cookie" per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui a utilizzare questo sito Web senza modificare le impostazioni dei cookie o fai clic su "Accetto" di seguito, acconsenti a questo.

Close