2.4 Rete mondiale delle Riserve MaB UNESCO

L’insieme delle Riserve MaB UNESCO costituisce un network mondiale che favorisce il confronto e genera energie

Il riconoscimento di Riserva della Biosfera genera energie, interesse, partecipazione e risorse che possono oggettivamente concorrere a un miglioramento della qualità della vita e del contesto territoriale, come dimostrano le indagini svolte dall’UNESCO sui positivi benefici ottenuti dai luoghi dove sono stati concessi i riconoscimenti internazionali. Il marchio UNESCO si rivela infatti particolarmente importante nella promozione di attività come garanzia di qualità e come elemento di eccellenza, portando un importante contributo nei percorsi di tutela dei beni culturali, di promozione di beni naturalistici e dei monumenti.

La rete mondiale delle riserve MaB UNESCO

L'inserimento di un territorio nella rete mondiale delle Riserve della Biosfera del Programma MAB dell’UNESCO può inoltre favorire l’accesso a programmi e fondi internazionali finalizzati allo sviluppo di progetti di collaborazione, come ad esempio i Piani di Sviluppo Rurale per il sostegno ad attività agricole in ambiti di tutela ambientale e paesaggistica (già oggi nei siti della Rete Natura 2000) anche al fine di affrontare e risolvere potenziali conflitti tra attività agricole e zootecniche ad elevato impatto ambientale e attività di agriturismo e turismo sostenibile.

L’insieme delle Riserve MaB UNESCO costituisce un network mondiale che permette di confrontarsi periodicamente attraverso convegni internazionali.

E’ in questo contesto che dal 18 al 23 settembre 2017 nella Riserva della Biosfera del Delta del Po si è tenuto il primo Forum mondiale dei giovani MAB (Uomo e biosfera) “Al servizio dello sviluppo sostenibile“ in seno all’UNESCO.

L’iniziativa, annunciata per la prima volta durante il 4° Congresso Mondiale delle Riserve della Biosfera a Lima in Perù, è stata accolta da un’ovazione ed è stata inserita fra gli eventi importanti dell’UNESCO per il 2017.

Il forum ha coinvolto 282 giovani rappresentanti provenienti da 142 Riserve di Biosfera di 85 Paesi del mondo ed è stato articolato in sessioni plenarie e sessioni parallele in alcuni luoghi simbolici del delta del Po.

Per individuare le aspettative e le tematiche divenute oggetto del forum è stata messa in atto una consultazione su larga scala tra i portatori di interessi del MaB, dedicato ai giovani tra i 18 e i 30 anni che vivono, lavorano o studiano nelle riserve della biosfera. I partecipanti sono stati selezionati dai gestori della loro riserva nel rispetto della parità di genere e sostenuti dai loro Comitati Nazionali MaB.

Alla conclusione del Forum sono stati nominati i giovani ambasciatori MaB (uno per regione del mondo), a cui è stato affidato il compito di rappresentare la comunità durante il Forum UNESCO dei Giovani, che si è svolto a Parigi nel 2017, e di rappresentare i messaggi del forum al Consiglio di Coordinamento Internazionale del MAB in programma nel giugno del 2018.

Tra gli obiettivi del forum ci sono lo scambio di best practices e la promozione delle Riserve della Biosfera, considerati strumenti per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite, poiché possono divenire modelli da seguire per una gestione consapevole delle risorse naturali, la green economy, lo sviluppo sostenibile e il turismo.

Il forum ha prodotto una dichiarazione in 12 punti letta nel teatro comunale di Adria (Ro) a cui fa riferimento il seguente video (tratto dal canale YouTube dell'UNESCO).


LINK

Scroll to top

Continuando ad usare il sito, accetti di abilitare i cookies più informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito Web sono impostate su "Consenti cookie" per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui a utilizzare questo sito Web senza modificare le impostazioni dei cookie o fai clic su "Accetto" di seguito, acconsenti a questo.

Close